La Camera di Commercio di Asti finanzia le Startup

Aperto nuovo Bando della Camera di Commercio di Asti

Startup è ormai di moda. Tutti vogliono aiutare le startup, è così smart, chic, e fa tanto innovazione.

LogoCam_Com_Asti

Così la Camera di Commercio di Asti ci prova anche lei.

Dopo aver racimolato una sessantina di migliaia di Euro si propone di finanziare l’avvio di nuove imprese con un contributo a fondo perduto di 5.000,00 Euro massimo.

Inoltre con un monte capitale di  46.400,00 Euro finanzia fino a  700,00  Euro in conto capitale per le spese finalizzate all’utilizzo di servizi ICT, come ad esempio le connessioni veloci…

Auguro a tutti gli startupper astigiani di non averne bisogno, viceversa, qui di seguito allego il link alla pagina dei bandi.

 

I fondi per l’imprenditoria femminile tornano di moda!

LogoPariOpportunità.Il Dipartimento delle Pari Opportunità Predispone le nuove agevolazioni per l’imprenditoria femminile

Attraverso una nota del 5 giugno, il Dipartimento delle pari opportunità ha pubblicato il Protocollo d’intesa per lo sviluppo e la crescita dell’imprenditorialità e dell’autoimpiego femminili firmato il 4 giugno presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, con  Abi, Confindustria, Confapi, Rete Imprese Italia e Alleanza delle Cooperative Italiane.

Vista la presenza dell’ABI i finanziamenti transiteranno attraverso le banche, che dovranno comunicare plafond disponibile per i tre interventi previsti:

  • “Investiamo nelle donne” – finalizzati a realizzare nuovi investimenti, materiali o immateriali, per lo sviluppo dell’attività di impresa ovvero della libera professione;
  • “Donne in start-up” – finalizzati a favorire la costituzione di nuove imprese, ovvero l’avvio della libera professione;
  • “Donne in ripresa” – finalizzati a favorire la ripresa delle PMI e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.

Il testo integrale del protocollo d’intesa è disponibile a in questo link

 

Erasmus per giovani imprenditori: bando per gli incubatori d’impresa scade a luglio

Il Bando dell’UE che finanzia gli scambi di giovani imprenditori scade il 17 luglio

Finanzia almeno 500.000,00 euro per circa il 90% dei costi ammissibili

erasmus_entrepreneurs-297x30010

Scade il 17 luglio la domanda di presentazione delle proposte Erasmus for Young Entrepreneurs, bando finalizzato alla formazione transfrontaliera di giovani imprenditori o potenziali tali.

Oltre che per i soliti enti pubblici che si occupano di nuova imprea o supporto all’impresa, il bando risuta molto interessante perchè prevede la possibilità di finanziare anche incubatori d’impresa.

Ovviamente sebbene la necessità di partecipare con un partenariato di almeno 4 enti di diversa nazionalità, agevolerà tutti quegli incubatori d’impresa che sono stati in grado di generare attorno a se una rete forte di relazioni internazionali, d’altro canto, per molti incubatori privati nazionali questa potrebbe essere l’occasione per costruire o rafforzare partnership internazionali.

In realtà la necessità di una visione estesa nello spazio, dovrebbe essere tra le linee guida di ogni incubatore/acceleratore d’impresa che si rispetti.

I fondi messi a disposizione sono pari a circa 4.100.000,00 euro, per un totale di 8/10 bandi ammessi.

Ciò vuol dire che probabilmente saranno agevolati i progetti che prevedano iniezioni di cofinanziamento che consentano di ridurre la richiesta di sovvenzione sotto il 90%.

Potete scaricare il tutti i documenti del bando da questo link

Regione Campania, Fondo Rotativo per le startup al via.

logo-sviluppocampania

A partire dal 29 maggio potranno essere presentate le domande per accedere al Fondo Rotativo per le start-up

Pronti trenta milioni di Euro per le micro, piccole e medie imprese campane, che a partire dal 29 maggio alle 10.00 potranno cominciare a presentare le domande per accedere a finanziamenti agevolati da 25.000,00 fino a 250.000,00 euro.

Se sei interessato a partecipare o vuoi maggiori informazioni puoi contattarmi nella mia pagina dei contatti oppure cliccando qui

Per tutte le altre info www.sviluppocampania.it; www.porfesr.regione.campania.it, www.economia.campania.it

 

“Chefuturo!” organizza un incontro sui finanziamenti europei e regionali 2014-2020

Chefuturo!Il 22 maggio se siete a  Bologna fateci un salto!

L’incontro, aperto al pubblico, si intitola “I finanziamenti europei e regionali 2014-2020 dedicati all’ecosistema startup e allo sviluppo d’impresa” ed è promosso dall’Associazione Italia Startup e da Warrant Group è finalizzato a presentare opportunità di finanziamento dell’UE per le startup italiane, facendo riferimento sia ai fondi strutturali delle regioni italiane, sia al programma quadro Horizon ricerca, innovazione e internazionalizzazione 2014-2020.

I dettagli del programma sono su Chefuturo!

Sportello per l’Innovazione Regione Campania, tra pochi giorni comincia la presentazione delle richieste di finanziamento

Le date definitive di apertura dello sportello per l’innovazione la presentazione dei progetti si avvicinano.

Logo Regione CampaniaPrecisamente esse saranno le seguenti

Gli interventi, a favore delle PMI, degli enti di ricerca pubblici/privati, e delle reti d’impresa potranno essere presentati telematicamente mediante il portale http://simricerca.regione.campania.it

Nuovi contributi Fondimpresa a favore delle aziende affiliate a rischio perdita posti di lavoro

 

fondimpresaAnche se non è relativo ai Bandi Europei, o ad altro genere di bandi finanziati da enti pubblici, credo che questo avviso di Fondimpresa  sia molto interessante, soprattutto perché tutela i dipendenti delle aziende in crisi. Il consorzio Fondimpresa a mezzo dell’avviso 2/2014  ha stanziato 10 milioni di euro per offrire opportunità di sostegno e rilancio a imprese e lavoratori coinvolti in stati di crisi aziendale.
Dal 15 maggio 2014 fino al 31 ottobre 2014, fino a esaurimento risorse, le aziende aderenti al Fondo potranno presentare richiesta di piani formativi per l’adeguamento delle competenze e la riqualificazione dei lavoratori che subiscono sospensioni del rapporto di lavoro nell’ambito di accordi che prevedono l’utilizzo di ammortizzatori sociali.